LA FUGAZZA DEL PAPA'. Contest

Ci sono veramente degli odori, dei sapori, dei rumori, che sono "casa".
Uno di questi è il profumo della domenica mattina.
Ora il week-end lo passo sempre dal mio ragazzo, 
per comodità, ed una cosa che devo ammettere mi manca molto la domenica è proprio il profumo 
che arriva dal piano di sotto, del pranzo della mamma.
Che nessuno mi dica che posso anche attrezzarmi io a riprodurre l'atmosfera calda e profumosa di cui
vi sto parlando, perchè, con i sabati sera che mi faccio 
(...non ho ancora deciso quando maturare definitivamente),
dormo fino a tardi e per ridarmi una parvenza di essere umano di sesso femminile 
mi dovrei fare la doccia nell'acqua benedetta.
Quindi di cucinare non se ne parla.

Però, come dicevo 
quel profumo manca.
Quello di casa mia coincide in particolare con il "dolce che piace al papà".
Bisogna premettere che mio padre è molto, molto viziato in quanto a trovarsi le cose che gli piacciono.
Lui sa chiudere perfettamente la moka per farsi il caffè, tagliare fette di soppressa larghe un dito e 
aprire le confezioni di qualsiasi dolce, pasticcino, dolciume, ecc... che esista in commercio.
Se esistesse una specialità olimpica sarebbe sicuramente un fuoriclasse.
Detto questo, lui non alza nemmeno il coperchio quando l'acqua della pasta sborda:
lui ci chiama!
...però ha miliardi di altri pregi e quindi accontentarlo nelle sue golosità è il minimo!
:-D
Non ama molto creme e panne: per lui esiste solo il dolce "vecchio stampo".
Il genere che qui in Veneto chiamiamo fugazza.
Diversa dalla connotazione di "focaccia" comune, perchè la nostra 
fugazza è sempre un dolce e con la frutta, secca o fresca.

Questa è molto, molto semplice,  non si sbatte, non si frusta, non si monta: 
fugazza violence free!
Provatela se amate i sapori semplici, antichi, ma fruttati, 
regalatevela per un thè o per la colazione dei vostri bambini!
La mela. La mela è quella che la rende perfetta,
perfetto come un bacio sulla guancia del papà!

E vista tutta la famiglia, l'affetto e il calore
 che racchiude 
non potevo non farla partecipare al contest di DOLCI A GOGO



LA FUGAZZA CHE PIACE AL PAPA'
2 uova
2 tuorli
1 pizzico di sale
8 cucchiai di zucchero (meglio se di canna)
10 cucchiai di olio di semi di mais
2 cucchiai di grappa
farina per dolci quanto basta
1 bustina di vanillina
1 bustina lievito per dolci
1 manciata di uvetta
3 mele a pezzettoni
succo limone e scorza
pinoli
burro e farina per teglia

Mescolo le uova, i tuorli e il pizzico di sale con un cucchiaio di legno, finchè sono bene amalgamate.
Aggiungo lo zucchero, l'olio e la grappa.
Setacciare sul composto farina per dolci, poca alla volta mescolando, fino a che il composto diventa colloso ma non sodo, la vanillina e il lievito.
Aggiungere un poca di scorza di limone grattugiata (o di arancia se si preferisce), i pezzettoni di mela spruzzati di succo di limone e l'uvetta ammollata in acqua tiepida e infarinata.

Imburrare e infarinare una teglia rotonda, versarvi il composto e sopra distribuirvi i pinoli.
Infornare a 170° in forno caldo per 40/45 minuti circa!

E PAPA' E' FELICE!











Commenti

Post più popolari